Nella società di oggi, uomini e donne spesso diventano sessualmente attive in età più giovane. I giovani di oggi sono anche consegnati a molti esperimenti senza pensare alle conseguenze che possono avere per accadere. Uno dei principali motivi di questo comportamento è inconscio o essere ignoranti circa i problemi che possono derivare da tale attività sessuale. Malattie o malattie sessualmente trasmissibili sessualmente trasmissibili quindi sono diventati una delle principali preoccupazioni tra le persone che sono sessualmente attivi. Malattie sessualmente trasmissibili, che erano conosciuti in precedenza come le malattie sessualmente trasmissibili (MST) sono diventati molto comune tra le persone di tutto il mondo.

I segni e sintomi di malattie sessualmente trasmissibili

Le infezioni sessualmente trasmesse contratte da persone sono o batterica o virale in natura. Alcune delle più comuni infezioni batteriche a trasmissione sessuale clamidia, gonorrea e Trichomonas vaginalis. Le infezioni batteriche sono quelli che mostrano sintomi spesso. Le infezioni virali, tuttavia, sono caratterizzati da lunghi periodi di tempo durante i quali il virus rimane dormiente nel corpo. Ci sono brevi periodi di tempo in cui il virus è attivo e provoca i sintomi dell'infezione. Le infezioni batteriche, tuttavia, sono tali da essere completamente guarita con l'ausilio di antibiotici.

Le infezioni virali a trasmissione sessuale più comunemente sperimentati da persone comprendono l'herpes genitale e le verruche genitali. I sintomi sperimentati più frequentemente infezioni batteriche includono una scarica insolito dal pene, vagina o l'ano; sanguinamento dopo il sesso o tra i periodi; rapporti sessuali dolorosi, irritazione, dolore o prurito intorno ai genitali o all'ano; dolore nel basso addome o nella regione pelvica; minzione dolorosa e una maggiore necessità di urinare più spesso del solito. Ho sperimentato sintomi di infezioni virali sono bolle rosse piene di liquido, minzione dolorosa, ingrossamento delle ghiandole linfatiche, dolori addominali, e gli individui o gruppi di piccole escrescenze in ed intorno ai genitali.

Antibiotici per le malattie sessualmente trasmissibili batterica Azitromicina

Gli antibiotici sono farmaci che hanno dimostrato di essere molto efficace per il trattamento delle malattie sessualmente trasmissibili batteriche, in una misura che può curare completamente l'infezione. Azitromicina è uno degli antibiotici più popolari e più comunemente utilizzati ed è conosciuto come un antibiotico macrolide. Questa pillola agisce impedendo ai batteri di produrre le proteine ​​necessarie per la riproduzione. Quando il processo di produzione di proteine ​​è inibita, i batteri sono in grado di diffondere nel vostro corpo. Azitromicina fornisce il vostro corpo con abbastanza forza per combattere l'infezione da solo. Si può prendere questa pillola come una singola dose del farmaco.

Metronidazole

Un altro popolare antibiotico usato per trattare le infezioni batteriche è il metronidazolo. Questa pillola è rivelata particolarmente efficace nel trattamento di malattie trasmesse sessualmente batteriche come vaginosi batterica e tricomoniasi vaginale. Questa pillola per combattere l'infezione attaccando il DNA di ogni cellula batterica. La pillola inibisce i batteri di riprodursi, indebolendo così le cellule dei batteri. Come risultato, il sistema di difesa naturale è in grado di combattere l'infezione da solo. Si può prendere il metronidazolo, sia come singola dose elevata (2000 mg) o basso dosaggio (400 mg) per un periodo di sette giorni.

Doxycycline

Doxiciclina è uno degli altri antibiotici noti ed efficaci per il trattamento delle infezioni trasmesse sessualmente batteriche. Esiste una vasta gamma di farmaci generici e opere di attaccare i batteri a livello strutturale. La pillola influisce sulla loro capacità di riprodursi, che causa i batteri senza difesa contro il sistema immunitario. Questo fornisce il sistema immunitario con abbastanza energia per distruggere le cellule dei batteri nel vostro corpo. Doxiciclina è una pillola dose inferiore, che può essere utilizzato per un periodo di sette giorni per il trattamento delle IST batterica.